Menu
A+ A A-

Sicilia

 

La Sicilia è, senza ombra di dubbio, un'isola molto singolare. Al concetto di "isola" corrisponde solitamente un insieme compatto di razza e costumi.

Invece qui tutto è mescolato, cangiante e contraddittorio come nel più composito dei continenti. Esistono innumerevoli Sicilie: quella ocra della pietra della Valle dei Templi ad Agrigento; quella bianca delle saline; quella purpurea della lava dell'Etna; quella blu del mare; quella dorata delle cupole di Palermo e Monreale; quella gialla e rossa degli agrumi maturi. C'è poi la Sicilia liberty di Palermo e quella Barocca di Noto; quella mondana di Taormina e quella appartata di Erice; quella chiassosa e multicolore del mercato della Vuccirìa a Palermo e quella silenziosa e antica della villa Romana di Piazza Armerina.

Tante Sicilie perché l'isola ha avuto la sorte di trovarsi a far da cerniera nei secoli tra la cultura occidentale e quella orientale, tra Africa ed Europa; soffrendo di un eccesso di identità: Greci, Cartaginesi, Romani, Bizantini, Arabi, Normanni, Spagnoli, tutti sono passati di qui ed hanno cercato di far propria questa isola. Hanno lasciato tracce, certo, ma nessuno è riuscito a cambiarla.

Cerca

  • Via di Sant'Erasmo, 11
    00184 Roma
  • tel. 06 45426557
    fax. 06 45426631
Powered by WAS